'Agave'

09.08.2017

... lo so lo so, arrivano già troppi moniti dalla chiesa: «femmenaa.. partorirai con dolore», «pentitevi o voi peccatori, promiscui e uomini sessuali», «arriverà il giudizio universale e verrete tritati come il prezzemolo nel tabbouleh». Ma quando Agave riduce lo scellerato figlio in brandelli fluttuanti di carne e fiumi di sangue, quando fagocita tutto ciò che aveva generato, immagino la madre terra che un giorno spalancherà un burrone gigante e profondo, il suo stesso ventre, per poi ributtarci dentro con l'ausilio di uno scopettone appositamente realizzato per lei da "Risparmio Casa", tutta soddisfatta e sorridente, per poi ancora digerirci, fare un ruttino, una scureg... e fumarsi un paio di sequoie mentre sorseggia uno shottino di genziana! Dunque pentitevi tutti, o voi usurpatori della natura, voi generatori di guerre e allargatori olimpionici del buco nell'ozono. Voi maledetti mangiatori di ettari di foreste, per fare quella carta su cui dipingo anche io... meritiamo di essere sbranati da Agave: il nostro monito.

 

 

 

Please reload